October 30, 2012 / 6:34 PM / 5 years ago

Sicilia, Crocetta vuole discutere con Monti situazione economica

4 IN. DI LETTURA

PALERMO, 30 ottobre (Reuters) - Il neo governatore della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, vuole incontrare il prima possibile il presidente del Consiglio Mario Monti per discutere della grave situazione economica in cui versa l'isola.

"Voglio incontrare al più presto Monti perchè in Sicilia alcune città versano in una situazione drammatica", ha detto l'europarlamentare del Pd nella sua prima uscita da presidente della Regione.

"Messina, ad esempio, è quasi sull'orlo del default", ha aggiunto.

Crocetta, ex sindaco di Gela e vice presidente della Commissione antimafia al Parlamento europeo, ha sconfitto il candidato del centrodestra interrompendo un monopolio che durava da oltre dieci anni.

Il nuovo inquilino di Palazzo D'Orleans ha conquistato però solo 39 dei 90 seggi dell'assemblea siciliana e dipenderà dunque dai voti degli altri gruppi per portare avanti il suo programma di governo.

Uno dei compiti più ardui sarà la gestione del debito della Regione.

Prima del voto le autorità siciliane si erano impegnate a mettere a punto un piano di rientro finanziario e di riorganizzazione della pubblica amministrazione per la regione Sicilia, vincolante nei tempi e negli obiettivi al quale subordinare i trasferimenti nazionali.

Ieri l'agenzia di rating Fitch ha abbassato il valore di credito della Regione Sicilia a BBB, due gradini sopra il livello junk nella prospettiva di un bilancio in disavanzo per un prolungato periodo di tempo fra crescenti passività finanziarie e commerciali e in un contesto di risorse drenate per mantenere il servizio sanitario in pareggio.

Nel 2012 il debito siciliano è cresciuto a circa 6 miliardi di euro dai 5 miliardi del 2009.

All'inizio di ottobre il Tesoro ha firmato la deroga al patto di stabilità per la Sicilia che ha sbloccato 900 milioni di euro per spese correnti e investimenti.

"L'allentamento del patto di stabilità concordato con lo stato ci porta a ritenere che il debito può salire a 7,5 miliardi da qui al 2015, pari al 50% delle entrate correnti", ha detto Fitch.

La situazione è aggravata da un tasso di disoccupazione del 19,5%, doppio rispetto alla media nazionale, che sale a quasi il 40% tra i giovani.

"Il mio primo atto sarà l'azzeramento delle consulenze. C'è una legge che me lo consente e la utilizzerò. Appena mi insedierò decadranno tutti gli incarichi e inizieremo a dare moralità, efficienza, economicità al sistema", ha detto oggi Crocetta.

"Rigore sì ma senza macelleria sociale. Ci vuole un patto sociale per il risanamento".

Quanto alla sua futura squadra di governo Crocetta promette che per il 50% sarà composta da donne e che i criteri di selezione saranno "competenza, onestà e rigore".

Sulle mani tese di Gianfranco Micciché di Grande Sud e di Raffaele Lombardo di Mpa, il neo governatore ripete che "non farà inciuci".

"Se la disponibilità di Micciché è quella individuale di una persona per bene che vuole aderire a un progetto va bene, ma se questo deve presagire che noi andiamo a fare il governo col Terzo Polo, questo è fuori strada completamente. Sono aperto al dialogo... non ci sono demoni nell'opposizione. Sarà naturale provare un accordo su un bilancio che non farà macelleria sociale o su leggi importanti per tutti", ha concluso.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below