PUNTO 1-Tesoro offre fino a 7 mld in aste a medio-lungo fine mese

giovedì 25 ottobre 2012 18:42
 

(Riscrive con commenti, contesto e dettagli)

MILANO/ROMA, 25 ottobre (Reuters) - Il Tesoro offrirà fino a 7 miliardi di euro di titoli di Stato nelle aste a medio lungo termine di martedì 30 ottobre: un importo sostanzioso, che al momento non sembra dunque prefigurare una limatura delle emissioni di Btp, dopo l'ottimo risultato del collocamento del Btp Italia, che la settimana scorsa ha raccolto la cifra record di 18 miliardi di euro.

Il Tesoro ha lanciato il nuovo benchmark quinquennale novembre 2017, cedola 3,5%, che prenderà il posto del Btp giugno 2017, cedola 4,75%; l'offerta è compresa tra 3 e 4 miliardi di euro. In asta andrà anche il Btp decennale novembre 2022 per una cifra compresa tra 2 e 3 miliardi.

"Non mi pare una gran limatura" afferma la strategist di Intesa Sanpaolo Chiara Manenti. "L'importo è in linea con gli ultimi, anche leggermente più alto delle nostre attese: sul nuovo benchmark la size deve necessariamente essere un po' alta, per questioni di liquidità, ma è abbastanza sostanziosa anche per il dieci anni".

In una nota pubblicata alcuni giorni fa, Intesa Sanpaolo aveva già spiegato come il possibile alleggerimento dell'offerta nell'ultima parte dell'anno dovrebbe concentrarsi soprattutto sulla carta a breve, anche alla luce del previsto lancio dei due nuovi Btp a 3 e 5 anni.

"Il problema per il Tesoro è che non può prefinanziarsi ora per il 2013, altrimenti alla fine di quest'anno si troverebbe con un aumento del debito pubblico" prosegue la Manenti. "Quello che può fare è tagliare ora sulle scadenza brevi, 6 o 12 mesi, così da avere meno carta da rollare l'anno prossimo e quindi alleggerire le necessità di rifinanziamento del 2013".

A seguito dell'inatteso risultato del collocamento del terzo Btp Italia, il responsabile del debito pubblico del Tesoro Maria Cannata ha parlato di una possibile limatura dell'offerta negli ultimi due mesi dell'anno. A tale proposito, tuttavia, il ministro dell'Economia Vittorio Grilli ha spiegato che è ancora presto per valutare l'eventuale cancellazione di aste a dicembre .

"La limatura il Tesoro l'ha fatta sul Bot semestrale, con un'offerta negativa di 1,35 miliardi" aggiunge ancora la Manenti. "Fino ad oggi offerte nette negative così importanti non sono state molto comuni, tanto più in un 2012 che sarà comunque un anno di emissioni nette positive".

Ieri il Tesoro ha annunciato che nell'asta Bot a 6 mesi di lunedì prossimo andranno in offerta titoli per 8 miliardi su 9,35 miliardi in scadenza.   Continua...