Btp sostenuti e ben intonati in vista aste, spread in area 330 pb

giovedì 25 ottobre 2012 12:58
 

MILANO, 25 ottobre (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano è tranquillo e ben intonato stamane, mentre gli
operatori si stanno preparando alla nuova tornata d'aste, con la
prima seduta già domani con i Ctz e i BTPei.
    Sullo sfondo restano le attese per gli sviluppi della
situazione sia in Grecia sia in Spagna, da cui però i dealer non
percepiscono deviazioni rispetto a un percorso positivo.
    "La situazione è tranquilla sul mercato oggi, con volumi
contenuti" dice uno specialist. "C'è stata una leggera pressione
sulla parte a breve in vista delle prossime aste italiane, ma
molto contenuta e nella norma". 
    Sul fronte spagnolo, ieri il segretario generale del Tesoro
spagnolo Inigo Fernandez de Mesa ha detto in un'intervista a
Reuters che Madrid ha già soddisfatto circa il 95% delle
necessità di finanziamento del 2012 e pensa di iniziare ad
anticipare le emissioni del 2013.
    Invece sul fronte greco ieri il ministro delle finanze
Yiannis Stournas ha detto di aver ottenuto più tempo per
raggiungere gli obiettivi di bilancio secondo il piano di
salvataggio da 130 miliardi di euro.
    Ieri Mario Draghi ha difeso a testa alta il suo piano di
acquist Omt, nella fossa dei leoni dei parlamentari tedeschi
.
    "Sono tutte notizie non eclatanti ma comunque positive:
passi avanti che rafforzano la fiducia" dice un altro dealer.  
 Il differenziale fra i rendimenti dei decennali di riferimento
italiano e tedesco a metà seduta quota 321 punti base
 dai 328 pb della chiusura di ieri. Il rendimento
del Btp decennale è a 4,820% dall'ultima chiusura a 4,843%
.
  
    MERCATO SI PREPARA A NUOVA TORNATA D'ASTE 
  Ieri sera il Tesoro ha annunciato l'emissione per domani della
terza tranche del Ctz 30 settembre 2014 per 2-3 miliardi insieme
a 500 milioni/1 miliardo tra la ventiquattresima riapertura del
BTPei 15 settembre 2021 e quarta tranche del 15 settembre 2026.
Lunedì invece saranno offerti Bot semestrali 30 aprile 2013 per
8 miliardi, importo inferiore ai 9,35 miliardi in scadenza. 
    Una prima considerazione riguarda la scelta dell'ammontare:
dopo la raccolta di ben 18 miliardi attraverso i Btp Italia
indicizzati all'inflazione italiana, il Tesoro non ha dato
segnali di forti di riduzioni delle emissioni in questa tornata
d'asta: ha ridotto infatti l'emissione dei Bot di 1,35 miliardi
rispetto alla scadenza, ma ha lasciato consistente quella dei
Ctz. 
    "Mi aspettavo una riduzione maggiore dell'offerta, anche in
considerazione delle dichiarazioni fatte dal Tesoro dopo
l'emissione record del Btp Italia " dice uno
strategist. "Ma può essere una strategia: diminuire poco le
emissioni ora e poi cancellare le aste di dicembre, oppure
iniziare ad anticipare le emissioni del 2013 approfittando del
buon momento di mercato, come ha detto che vuole fare la
Spagna".
    I dealer sul mercato secondario dicono che qualche
fisiologica pressione sui titoli in asta domani si sono viste,
ma contenutye. 
    "Me l'aspettavo l'offerta di questo BTPei lunghi: dopo che
il Btp Italia ha ampiamente soddisfatto la parte media della
curva (2016), con questi il Tesoro ci vuole dire che non ha
intenzione di abbandonare i Btp indicizzati all'inflazione della
zona euro puntando anche su altri tratti della curva" dice un
dealer del settore linkers. 
    "I due titoli hanno leggermente allagato rispetto agli altri
e sono diventai più cheap, quindi non credo avranno problemi nel
collocamento" dice un altro dealer. 
    Il Btp Italia intanto resta ben scambiato anche se i volumi
- come quelli del resto del mercato - sono ridotti. Stamane il 
quota 100,84 in rialzo di 12 centesimi con
scambi per circa 47 milioni.
    Qualche leggera pressione si è vista nei giorni scorsi sul
Ctz, offerto per la terza tranche, che si riprende oggi. Il
titolo quota stamane sul mercato 95,41 (+0,013) con un
rendimento del 2,475%, al momento quindi in
calo rispetto al 2,532% a cui era stata assegnata la prima
tranche a fine settembre. 
    Stasera a mercati chiusi il Tesoro annuncerà invece i
quantitativi dei titoli a medio lungo in asta martedì prossimo,
con l'attesa di Btp a 5 e a 10 anni. 
                  
========================== 12,20 =============================  
FUTURES BUND DIC.           140,10   (-0,37)           
FUTURES BTP DIC.            108,69   (+0,27)           
BTP 2 ANNI  (NOV 14)    107,153  (+0,026) 2,400%   
BTP 10 ANNI (SET 22)   105,839  (+0,237) 4,815%   
BTP 30 ANNI (SET 40)    93,633  (+0,358) 5,520%   
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   23            22 
BTP/BUND 2 ANNI          231           233        
BTP/BUND 10 ANNI       321           328     
livelli minimo/massimo              318,5-325,4  327,4-336,3   
BTP/BUND 30 ANNI       306           313        
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   241,5         243,0   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   70,5          70,4      
==============================================================  
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia