Cdp stanzia 12 mld per sisma maggio in E.Romagna, Veneto e Lombardia

mercoledì 24 ottobre 2012 15:15
 

ROMA, 24 ottobre (Reuters) - Il cda di Cassa depositi e prestiti ha deliberato di destinare due distinti plafond, per complessivi 12 miliardi di euro, a favore dei territori di Emilia-Romagna, Veneto e Lombardia colpiti dagli eventi sismici del maggio scorso.

Lo rende noto un comunicato.

Il primo fondo da 6 miliardi sarà pienamente utilizzabile a partire dal gennaio 2013 e fornisce provvista agli istituti di credito per la concessione di finanziamenti agevolati ai soggetti danneggiati dal sisma per interventi di riparazione, ripristino e ricostruzione di immobili adibiti ad uso residenziale e ad uso produttivo (inclusi gli impianti e i macchinari).

Il secondo plafond è invece destinato alle banche per la concessione di finanziamenti agevolati a favore dei titolari di reddito d'impresa - che hanno subito danni a seguito del sisma - per la dilazione del pagamento di tributi, contributi previdenziali e assistenziali e premi per l'assicurazione obbligatoria dovuti allo Stato per effetto della sospensione degli adempimenti da maggio a novembre del 2012 e degli oneri dovuti dal 1° dicembre 2012 al 30 giugno 2013.

Lo strumento, da un lato, garantirà il rispetto delle scadenze fiscali e, dall'altro, consentirà alle imprese una dilazione non onerosa degli adempimenti a partire dal 1° luglio 2013.

In entrambi i casi le modalità applicative saranno definite nell'ambito di una convenzione tra Cdp e Abi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia