Legge stabilità, rischio aumento tasse locali a fronte tagli-Bankitalia

martedì 23 ottobre 2012 15:06
 

ROMA, 23 ottobre (Reuters) - Regioni, province e comuni potrebbero aumentare le tasse a livello locale per compensare i tagli ai trasferimenti imposti dal governo.

Lo dice il vice direttore generale della Banca d'Italia, Salvatore Rossi, nel corso di un'audizione alla Camera sulla Legge di stabilità.

"Vi è il rischio che molti enti decentrati, per compensare gli effetti sulla quantità e qualità dei servizi forniti, inaspriscano l'imposizione fiscale locale. L'evidenza finora disponibile con riferimento alle aliquote dell'Imu deliberate dai comuni suffraga la rilevanza di questo rischio", ha detto Rossi.

Bankitalia ritiene per questo "opportuno completare il processo di decentramento dotando gli enti di una sufficiente autonomia impositiva, a fronte però di entrate trasferite dal centro che siano circoscritte a finalità perequative e siano definite ex ante".

"La maggiore autonomia si dovrebbe accompagnare con adeguate forme di responsabilizzazione e di trasparenza; in questa direzione muove il recente decreto del governo in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali", ha aggiunto Rossi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia