SINTESI - Legge stabilità è equa, stimola mercato lavoro - Grilli

martedì 23 ottobre 2012 18:48
 

* Grilli: manovra beneficia 99% soggetti Irpef

* Taglio tasse apprezzato in Ue per credibilità governo

* Istat: su breve nessun effetto eclatante su crescita

* Bankitalia: rafforzare contrasto evasione Iva (Accorpa pezzi, aggiunge contesto)

di Giuseppe Fonte

ROMA, 23 ottobre (Reuters) - La riduzione dell'Irpef è preferibile alla sterilizzazione totale dell'Iva anche perché produce un effetto di stimolo sul mercato del lavoro tagliando il cuneo fiscale.

Il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, difende la logica della Legge di stabilità e contesta l'idea che, spostando il prelievo fiscale dai redditi ai consumi, il governo penalizzi i contribuenti con redditi medio-bassi.

"Gli effetti del pacchetto di misure sono chiaramente positivi anche se non particolarmente marcati", ha detto il ministro nel corso di una audizione parlamentare in cui ha stimato un incremento del Pil pari a 0,1 punti percentuali sia nel 2013, sia nel 2014.

"La riduzione di un punto percentuale di Irpef è preferibile alla riduzione di un ulteriore punto dell'Iva poiché la riduzione del cuneo fiscale sul lavoro produce effetti di incentivo sul mercato del lavoro sia dal lato dell'offerta sia dal lato della domanda".   Continua...