Produttività, Squinzi convinto di accordo in settimana

lunedì 22 ottobre 2012 18:16
 

SAN BONIFACIO (Verona), 22 ottobre (Reuters) - Il presidente della Confindustria, Giorgio Squinzi, è convinto che entro questa settimana le parti sociali arriveranno ad un accordo sulla produttività, propedeutico allo sblocco di risorse previsto nella legge di stabilità.

"Respingo la responsabilità di non aver trovato un accordo sulla produttività. Mercoledì notte la Confindustria e i sindacati avevano trovato un accordo poi sfumato per l'opposizione tattica di altre parti datoriali", ha detto Squinzi parlando vicino Verona.

"Rimango personalmente convinto che questa settimana l'accordo si farà", ha aggiunto precisando che "i 1.600 milioni messi sul piatto per la produttività sono una cifra abbastanza modesta".

Il ministro del Tesoro, Vittorio Grilli, parlando dal palco dello stesso convegno di Confindustria ha ricordato che "bisogna trovare un accordo e il modo giusto per tradurlo in decreto".

L'obiettivo di sindacati e associazioni datoriali è quello di trovare una linea comune su contratti e salari che valorizzino il secondo livello, dopo che l'esecutivo ha subordinato al raggiungimento di una intesa la possibilità di poter usufruire dei circa 1,6 miliardi tra 2013 e 2014 stanziati per la produttività nella legge di Stabilità.

Squinzi ha poi ribadito le proprie critiche sulla manovra e la spending review sulla quale "si poteva essere più ambizioni".

"Il carico della manovra ce l'abbiamo sulle spalle noi imprese", ha detto il capo degli industriali citando l'aumento dell'Iva, la Tobin Tax e l'aumento della tassazione sulle imprese con oltre 50 milioni di capitale.

(Elvira Pollina)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia