PUNTO 1 - Btp, prematuro esprimersi su aste dicembre - Grilli

lunedì 22 ottobre 2012 16:18
 

(aggiunge altre dichiarazioni)

SAN BONIFACIO (Verona), 22 ottobre (Reuters) - Il successo del collocamento del Btp Italia, andato ogni aspettativa con oltre 18 miliardi assegnati, ha ridotto i bisogni di finanziamento del Tesoro ma è prematuro esprimersi su un'eventuale cancellazione dell'asta di titoli di Stato di dicembre. Così il ministro dell'Economia Vittorio Grilli, a margine dell'assemblea di Confindustria in corso a San Bonifacio.

"Diciamo che il successo del Btp Italia è andato oltre alle nostre aspettative e quindi i nostri bisogni di finanziamento si sono ridotti...però non sono in grado di dirlo in questo momento", ha risposto Grilli ai cronisti che gli hanno chiesto se l'ipotesi di una cancellazione delle emissioni fosse praticabile.

Dopo il successo del Btp Italia - che continua a correre anche al debutto sul secondario, con il prezzo in salita di 64 punti base attorno alle 16,15 - la responsabile delle emissioni del Tesoro Maria Cannata aveva parlato della possibilità di una limatura delle emissioni nei prossimi due mesi.

Prima del lancio del Btp Italia Cannata, in un'intervista a Reuters, aveva spiegato che quest'anno, diversamente da anni passati, il Tesoro non aveva intenzione di cancellare aste nel mese di dicembre.

SENZA EURO SPREAD PEGGIORE, DA MERCATI SEGNALI FIDUCIA

Grilli ha inoltre ribadito che senza l'euro lo spread nei confronti della Germania sarebbe ben peggiore, e che non ha alcun senso parlare di svalutazione competitiva come strumento per spingere l'economia. Oggi lo spread è poco sopra 310 punti base. Nel fine-settimana in una intervista il ministro ha detto che l'obiettivo è in area 180 punti base sui livelli di maggi 2011.

"Il compito giustissimo della Bce è di tenere l'inflazione sotto il 2%", ha ricordato Grilli, sottolineando come il rafforzamento dell'Italia vada di pari passo con quello dell'Europa.   Continua...