Italia, contraffazione vale 7 mld euro, ne toglie 1,7 a fisco-Censis

lunedì 22 ottobre 2012 10:55
 

ROMA, 22 ottobre (Reuters) - Il mercato della contraffazione in Italia - che riguarda soprattutto abbigliamento, software e alimentari - vale quasi 7 miliardi di euro e ne sottrae al fisco circa 1,7.

Lo indicano i risultati di uno studio del Censis presentato oggi.

"Il fatturato del mercato del falso nel nostro Paese vale 6,9 miliardi di euro. I settori più colpiti sono l'abbigliamento e gli accessori (2,5 miliardi di euro), il comparto cd, dvd e software (1,8 miliardi di euro) e i prodotti alimentari (1,1 miliardi di euro)", dice l'istituto di ricerca presentando i risultati di uno studio realizzato per conto del Ministero dello Sviluppo Economico.

"Il mercato dei prodotti contraffatti genera un mancato gettito fiscale di 1,7 miliardi di euro. Riportare sul mercato legale la produzione dei beni contraffatti significherebbe anche avere un gettito aggiuntivo per imposte dirette e indirette (compresa la produzione indotta) di 4,6 miliardi di euro".

Secondo la ricerca, se i prodotti contraffatti fossero venduti legalmente conterebbero per 13,7 miliardi di euro di produzione aggiunta.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia