Consiglio Ue, sul tavolo Unione bancaria e crisi Spagna

giovedì 18 ottobre 2012 15:46
 

* I leader europei discuteranno di vigilanza bancaria

* Italia a favore di progetto Unione bancaria allargato

* Di Spagna e Grecia si parlerà solo a margine

* Roma insiste su riconoscimento golden rule su deficit

ROMA/BRUXELLES, 18 ottobre (Reuters) - Al Consiglio europeo di oggi e domani i leader dei 27 cercheranno di accorciare le distanze che li dividono sul progetto di Unione bancaria ma non sono attese decisioni sostanziali.

Le ore prima dell'inizio del vertice hanno visto la Cancelliera Angela Merkel scontrarsi con il presidente francese François Hollande sull'ipotesi di istituire un Commissario con poteri di censura sui bilanci nazionali.

Parlando al Bundestag, la Merkel ha detto che la proposta avanzata dal ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble sarebbe un ulteriore progresso verso la disciplina dei conti pubblici. Ma Hollande ha ribattuto che il tema non è all'ordine del giorno del summit e che la priorità è la realizzazione dell'unione bancaria.

Ieri il ministro degli Affari europei Enzo Moavero è sembrato ottimista sulla possibilità che al vertice si possano fare passi avanti, anche se non definitivi, sulla vigilanza bancaria europea, soprattutto rispetto alla posizione tedesca da sempre contraria ad un trasferimento alla Banca centrale europea della vigilanza su tutti gli istituti di credito della zona euro.

In un'audizione in Parlamento il ministro ha spiegato che l'Italia è favorevole a tale estensione e poi ha aggiunto: "Ho l'impressione che quella della Germania sia una posizione aperta. Sarà interessante vedere come procederà la discussione al vertice di giovedì".   Continua...