Esodati, altri 8.900 da tutelare in 2013-14, costo 440 mln

mercoledì 17 ottobre 2012 15:04
 

ROMA, 17 ottobre (Reuters) - Secondo i dati Inps presentati ieri dal ministro del Welfare Elsa Fornero alla Commissione Lavoro della Camera, sarebbero altri 8.900 i lavoratori cosiddetti esodati che matureranno tra il 2013 e il 2014 il diritto alla pensione, e che dunque devono essere salvaguardati per evitare che restino senza reddito. Il costo dell'operazione è di circa 440 milioni.

Lo riferisce Giuliano Cazzola, esperto di previdenza e componente per il Pdl della commissione Lavoro della Camera, precisando che tali lavoratori sono esclusi dalla platea dei 120.000 finora tutelati dal governo con uno stanziamento di circa 9 miliardi.

Secondo una fonte si sta lavorando per far decadere il progetto di legge bipartisan che prevedeva un più consistente ampliamento della platea degli esodati e un ritorno alle pensioni di anzianità, perché non sostenibile dal punto di vista finanziario e rigettato dalla Ragioneria per mancanza di coperture. La nuova tutela - per i circa 9.000 - sarà invece inserita, attraverso un fondo ad hoc, in qualche norma della legge di stabilità in discussione. Al momento il governo ha stanziato in manovra 100 milioni per gli esodati per il 2013. Ne mancherebbero ancora 340 fino al 2014.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia