Pareggio bilancio, Pd chiederà a Ue flessibilità calcoli-Bersani

mercoledì 17 ottobre 2012 15:07
 

ROMA, 17 ottobre (Reuters) - Per il segretario del Pd Pier Luigi Bersani i calcoli dell'Unione europea sul pareggio di bilancio per l'Italia l'anno prossimo debbono tenere conto dei dati sulla recessione e dell'avanzo primario del 4%, il più alto dei Paesi europei.

"Ci siamo andati a inchiodare per deficit di credibilità a un patto che ci fa arrivare al pareggio di bilancio l'anno prossimo, mentre siamo in recessione e mentre abbiamo avanzi primari del 4%", ha detto Bersani durante un incontro oggi alla Confcommercio, come riferito da un suo portavoce.

Per il leader democratico però "un minimo di margine, siccome la formula c'è, dobbiamo recuperarlo in attesa di un discorso europeo fatto in un altro modo, in un rapporto con la Commissione".

"Bersani non intende dire che bisogna allargare le maglie del pareggio di bilancio, ma che che bisogna usare flessibilità nei calcoli sul meccanismo di stabilizzazione, tenendo conto delle oscilizzazioni sulle previsioni sulla recessione nel 2013, e non essere troppo restrittivi", ha spiegato il portavoce.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia