Rpt-Legge stabilità, Grilli esclude attriti dentro governo

mercoledì 17 ottobre 2012 10:41
 

(Cancella appunti in fondo)

ROMA, 17 ottobre (Reuters) - Non ci sono divisioni dentro il governo sulla manovra fiscale contenuta nella Legge di stabilità.

Lo dice il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, smentendo indiscrezioni stampa.

"Come ha detto [il presidente del Consiglio, Mario] Monti siamo un governo molto coeso e disciplinato. Di questi attriti non ho contezza", ha detto Grilli a margine di un'audizione in Parlamento.

Ieri Monti ha evitato di commentare l'impatto dei nuovi limiti su detrazioni e deduzioni previsti dalla Legge di stabilità invitando i cronisti a rivolgere le domande direttamente a Grilli.

Dentro i partiti si nutre il timore che la riduzione dell'Irpef per i redditi fino a 28.000 euro sarà compensata dall'innalzamento di un punto dell'Iva e dai tagli a detrazioni e deduzioni.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia