Legge stabilità, aliquota 0,05% per Tobin tax - bozza

venerdì 12 ottobre 2012 12:15
 

ROMA, 12 ottobre (Reuters) - La Tobin tax all'italiana dovrebbe assumere la forma di un prelievo pari allo 0,05% sulle compravendite di azioni e derivati.

La bozza più recente della Legge di stabilità in possesso di Reuters sottopone dal primo gennaio 2013 la compravendita di azioni e altri "strumenti finanziari partecipativi" ad un'imposta di bollo sul valore della transazione ma non chiarisce il perimetro del prelievo. Spetterà al Tesoro, attraverso un decreto attuativo, definire "le modalità di applicazione dell'imposta".

L'articolato è complesso e si limita ad escludere dal pagamento del bollo "le operazioni di emissione e di annullamento dei titoli azionari e dei predetti strumenti finanziari".

Il riferimento a strumenti finanziari partecipativi potrebbe significare che sono esentate non solo le operazioni su titoli di Stato, ma anche quelle sulle obbligazioni private.

Più chiaro il caso dei derivati: il prelievo scatta a conclusione dell'operazione e si calcola sul "valore nozionale di riferimento" della transazione, con l'esclusione delle transazioni che hanno come sottostante "titoli di Stato di Paesi appartenenti all'Unione europea e aderenti all'accordo sullo Spazio economico europeo che consentono un adeguato scambio di informazioni".

L'imposta sarà dovuta in parti uguali dalle controparti con l'eccezione dei soggetti che si interpongono nelle operazioni.

"Sono esentate dall'imposta le operazioni che hanno come controparte l'Unione europea, la Banca centrale europea, le banche centrali degli Stati membri della Unione Europea e le banche centrali e organismi che gestiscono anche le riserve ufficiali di altri Stati, nonché gli enti od organismi internazionali costituiti in base ad accordi internazionali resi esecutivi in Italia", stabilisce il disegno di legge.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia