PUNTO 1 - Cdp opziona acquisto Sace e Simest, subito 3,8 mld a Tesoro

giovedì 27 settembre 2012 14:06
 

(Aggiunge dettagli, background)

ROMA, 27 settembre (Reuters) - Cassa depositi e prestiti (Cdp) ha deciso di esercitare l'opzione per acquisire dallo Stato le partecipazioni di Sace e Simest e verserà entro 10 gionri un acconto al Tesoro di 3,8 miliardi.

Lo si legge in una nota della Cdp che conferma quanto anticipato da Reuters il 21 settembre.

L'operazione riguarda l'acquisto dallo Stato del 100% di Sace e del 76% di Simest.

"Entro 10 giorni dall'effettivo esercizio del diritto di opzione, Cdp dovrà provvedere, ai sensi di legge, al versamento del prezzo provvisorio di 3,8 miliardi, che corrisponde al 60% del patrimonio netto contabile delle società e si provvederà a tutti gli adempimenti connessi al trasferimento delle partecipazioni", spiega la nota.

Il conguaglio avverrà sulla base del prezzo di trasferimento ritenuto congruo da Cdp e indicato da un decreto del Mef da emanarsi "entro 60 giorni dall'effettivo esercizio del diritto di opzione", spiega la nota.

Con questa operazione, a cui farà seguito entro fine anno l'acquisizione da parte di Cdp di Fintecna, il Tesoro punta a incassare circa 10 miliardi di euro per abbattere il debito, come ha ribadito anche recentemente nella nota di aggiornamento.

Sottolineando le dinamiche negative e positive che stanno influenzando l'andamento del debito pubblico, il Tesoro spiega nel documento che "in controtendenza si pone l'operazione di privatizzazione delle società Sace, Fintecna e Simest che è prevista concludersi quest'anno con un impatto di circa 0,6 punti di Pil".

Oltre a una valenza di contabilità pubblica, che per poter impattare sui conti 2012 richiede comunque che l'incasso avvenga entro fine anno, l'operazione ha anche una ragione industriale.   Continua...