Titoli Stato, interesse estero anche su parte lunga - Cannata a tv

giovedì 27 settembre 2012 13:36
 

MILANO, 27 settembre (Reuters) - Il recente allargamento dello spread Btp/Bund non preoccupa particolarmente perché legato alla volatilità del mercato e a un nervosismo legato all'avvicinarsi della scadenza del fine trimestre.

A dirlo è la responsabile del Tesoro italiano Maria Cannata in un'intervista all'emittente televisiva Class-Cnbc.

Stamane lo spread Btp/Bund ha toccato un picco a 381 punti base, livello che non si registrava da prima dell'annuncio di Mario Draghi, il 6 settembre, sul programma di acquisto illimitato di titoli du Stato. A fine mattino, dopo le aste di medio-lungo, lo spread è sceso a quota 370.

"Da questo mese vediamo un certo appetito lungo l'intera curva", ha poi spiegato Cannata, aggiungendo che in suoi recenti incontri con gli investitori esteri ha riscontrato un interesse non solo per i titoli a breve, interessati dalla mossa Bce, ma anche per i titoli a più lunga scadenza.

Per quanto riguarda la durata media del debito attualmente è pari a 6,65 anni, in linea con il livello a cui era scesa alla fine del primo semestre. Il Tesoro però "spera di aumentarla un po' da qui a fine anno" ha detto Cannata.

A maggio in un'intervista a Reuters il direttore generale del Tesoro per la gestione del debito aveva detto che l'obiettivo di fine 2012 per la durata media è pari a 6,8 anni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...