Fmi e Ue, posizioni diverse su prospettive debito greco

mercoledì 26 settembre 2012 15:48
 

ATENE/WASHINGTON, 25 settembre (Reuters) - Il Fondo monetario spinge verso una nuova ritrutturazione del debito greco, mentre l'Unione europea spinge per dare altro tenpo alla Grecia.

Esponenti del governo greco e della troika composta da Ue, Bce e Fmi sottolineano a Reuters che le tensioni sono cresciute a seguito della posizione più dura imposta dal Fondo monetario che spinge per una ristrutturazione dei debiti di Atene nei confronti dei creditori stranieri nel settore pubblico. I leader della Ue preferiscono dare più tempo alla Grecia affinché possa raggiungere gli obiettivi legati al piano di salvataggio.

"Il problema non è fra Fmi e Atene, ma fra il Fondo monetario e la Ue", dice un esponente greco, che preferisce restare anonimo. Questa visione è stata confermata anche da fonti vicine al pensiero prevalente a Bruxelles e a Wasghinton.

"L'Europa vuole più tempo per vedere quello che avverrà in Spagna e Italia, forse anche fino a dopo le elezioni in Germania nel 2013", aggiunge il rappresentante greco. "Il Fondo monteraio vuole invece che l'Europa emerga con una soluzione comprensibile ai suoi problemi ora", sottolinea.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia