PUNTO 2-Grecia, migliaia in piazza contro austerity, scontri

mercoledì 26 settembre 2012 16:38
 

(riscrive con scontri, dettagli)

ATENE, 26 settembre (Reuters) - La polizia greca si è scontrata oggi con manifestanti che lanciavano molotov durante lo sciopero che ha portato in strada ad Atene decine di migliaia di persone, nella prima grossa manifestazione anti-austerity da quando la nuova coalizione di governo si è insediata a giugno.

Le violenze sono iniziate dopo che circa 70.000 persone hanno marciato verso il parlamento gridando "Non vogliamo sottostare alla troika" e "Ue, Fmi, fuori!", nel giorno di protesta contro il nuovo round di tagli chiesti dai finanziatori stranieri.

Quando la manifestazione volgeva al termine, decine di giovani vestiti di nero hanno lanciato sassi, molotov e bottiglie contro i poliziotti, che hanno risposto con i lacrimogeni.

Circa 120 persone sono state arrestate dopo che i manifestanti hanno distrutto chioschi delle fermate del bus e dato alle fiamme bidoni della spazzatura.

"Le nuove misure sono insostenibili, inique e peggiorano solo la crisi. Siamo determinati a combattere fino alla vittoria", ha detto Costas Tsikrikas, capo del sindacato Adedy, del settore pubblico.

Lo sciopero di 24 ore, indetto dai due principali sindacati - che rappresentano la metà dei quattro milioni di lavoratori - è il primo test per il premier Antonis Samaras.

Circa 3.000 poliziotti - il doppio del numero normalmente impiegato per le dimostrazioni - sono rimasti di guardia nel centro di Atene.

Gli agenti hanno formato una barricata fuori dal parlamento e alcuni hanno bloccato un pensionato che stava tentando di dirigersi verso l'ufficio di Samaras con uno striscione raffigurante i vari primi ministri greci e la scritta "I più grandi traditori della storia greca".   Continua...