Fiat investa in Italia ora per avere nuovi modelli in 2014 - Fim Cisl

lunedì 24 settembre 2012 12:42
 

ROMA, 24 settembre (Reuters) - Fiat investa ora in Italia per avere nel 2014, a crisi finita, nuovi modelli pronti, e il governo metta a punto una politica industriale che rilanci tutta l'industria italiana attraverso incentivi e sgravi.

Lo ha detto oggi Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim Cisl ( responsabile settore auto), commentando l'incontro di sabato scorso tra il governo e i vertici Fiat.

"Riteniamo che quanto detto nell'incontro di sabato debba ora essere declinato con un chiaro impegno da parte di Fiat ad essere più precisa sul piano degli investimenti. Il tempo idoneo, descritto nel documento, è quello attuale. Infatti per essere pronti con nuovi modelli nel 2014 gli investimenti debbono esser fatti ora", ha detto il sindacalista a LaborTv.

In particolare la Cisl chiede di partire subito a Mirafiori, stabilimento per il quale è stato "confermato l'investimento e per il quale è già definito il ruolo di export dei suoi prodotti (rivolto in parte al mercato americano e internazionale".

Il sito torinese dovrà produrre jeep.

Da riconfermare poi gli investimenti a Cassino e Melfi, argomento che Cisl intende discutere nell'incontro con l'azienda previsto a fine ottobre.

Al governo, la Cisl chiede una politica industriale per incentivare gli investimenti in tutti i settori.

Servono "soluzioni che migliorino la capacità competitiva dell'impresa e rafforzare le strategie di export, bisogna a nostro avviso andare verso una politica d'incentivo e sgravi per le imprese che investono nel Paese".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia