Cdp, possibile concambio entro anno, ma statuto non vieta rinvio -Guzzetti

mercoledì 19 settembre 2012 13:27
 

ROMA, 19 settembre (Reuters) - La trattativa tra ministero dell'Economia e Fondazioni sulla trasformazione delle azioni detenute dalle Fondazioni nella Cassa depositi e prestiti da privilegiate in ordinarie non ha preso ancora una strada definitiva.

Lo dice il presidente dell'Acri Giuseppe Guzzetti conversando con i giornalisti.

"Ci stiamo lavorando e i rapporti sono buoni ed è certo fattibile. Comunque tre anni fa è stato fatto un rinvio, quindi dal punto di vista statutario è possibile qualsiasi soluzione: si potrebbe teoricamente rinviare", ha risposto Guzzetti ai giornalisti che gli chiedevano se riuscirà a chiudere la trattativa entro il 31 dicembre come previsto dagli accordi.

Attualmente il capitale di Cdp è diviso tra ministreo dell'Economia (70% in azioni ordinarie) e un corposo gruppo di Fondazioni (30% in azioni privilegiate).

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia