Italia, crescono scambi titoli Stato su Otc - Consob

lunedì 17 settembre 2012 14:47
 

MILANO, 17 settembre (Reuters) - Anche nella prima parte del 2012 si conferma la crescente rilevanza dei mercati non regolamentati per gli scambi di titoli di Stato italiani.

Secondo quanto rileva il bollettino statistico della Consob, nel primo semestre del 2012 la contrattazione Otc (Over the counter) sui titoli governativi italiani ha raggiunto un controvalore complessivo di 1.460,5 miliardi di euro rispetto ai 670,8 miliardi circa scambiati sui mercati regolamentati tra cui Mts e Mot, che fanno capo a Borsa Italiana.

La tendenza era già evidente negli anni passati: nel 2011 il mercato Otc ha visto scambi di titoli di Stato italiani per 3.633,9 miliardi, contro 1.586 miliardi trattati su Mts, Mot, EuroTLX e altre piattaforme, mentre nell'anno precedente il rapporto era a di 4.112,6 miliardi contro 1.546,4 miliardi.

Il primo numero del bollettino statistico della Consob, con periodicità semestrale, mostra come, tra i diversi 'trading venue', Otc sia il primo mercato anche per i bond diversi dai titoli di Stato italiani. Nei primi sei mesi dell'anno in corso il controvalore complessivo di questi ultimi è stato pari a 714,2 miliardi, oltre dieci volte il valore registrato dagli altri mercati (60,3 miliardi).

La crisi ha comunque ridotto la ricchezza investita in strumenti finanziari e detenuta presso gli intermediari italiani, soprattutto nel terzo e quarto trimestre del 2011 anche se un recupero si registra nel primo trimestre di quest'anno. Per quanto riguarda gli investitori professionali il trend evidenzia un calo dai 2.117,3 miliardi dell'ultimo trimestre del 2010 a 1.850,4 miliardi del quarto trimestre per poi risalire a 1.945,4 miliardi nei primi tre mesi del 2012.

Più evidente invece il recupero nella prima parte di quest'anno degli investimenti effettuati dalla clientela retail, tornati a quota 1.700 miliardi dopo una discesa dai 1.900 miliardi del terzo trimestre 2010.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...