PUNTO 1 - Italia non è Spagna, non serve piano riforme - Grilli

venerdì 14 settembre 2012 16:18
 

(Aggiunge dichiarazioni, dettagli)

NICOSIA, 14 settembre (Reuters) - L'Italia non dovrà presentare un piano dettagliato di riforme, come richiesto dall'Unione europea alla Spagna. Lo ha detto il ministro dell'Economia Vittorio Grilli, a margine della riunione dell'Eurogruppo a Nicosia.

"Non si è parlato di Italia nella riunione di stamane. L'Italia non ha bisogno di un piano più dettagliato di riforme, lo abbiamo già. Quello che dobbiamo fare è impegnarci continuamente per attuarlo", ha detto Grilli.

Il ministro dell'Economia ha aggiunto che l'aggiornamento delle stime ufficiali per il Pil italiano di quest'anno non è ancora stato elaborato. Grilli ha già anticipato che l'indicazione iniziale, attesa attorno al 20 settembre, verrà corretta al ribasso, in un range tra -2 e -2,4%.

Tornando alla Spagna, Grilli ha negato che il programma cui si è impegnata Madrid possa essere considerato il preludio alla richiesta di supporto finanziario esterno,

"Il piano dettagliato di riforme che la Spagna ha promesso di presentare non è un'anticamera degli aiuti, ma è la consapevolezza che, per stabilizzare i mercati, ci vogliono due elementi: da una parte l'impegno dello Stato stesso", dall'altro gli strumenti messi in campo dalla Bce, ha aggiunto il ministro.

La Spagna presenterà entro la fine del mese un nuovo pacchetto di riforme strutturali basate sulle raccomandazioni dell'Unione europea, con una tempistica dettagliata.

Il nuovo programma sarà presentato insieme alla finanziaria 2013 il 28 settembre, giorno in cui il governo spagnolo pubblicherà anche i risultati dello stress test finale del settore bancario iberico.

Riguardo alla situazione della Grecia, e alla possibilità che le venga concesso più tempo per centrare gli obiettivi del memorandum cui sono condizionati gli aiuti, Grilli si è limitato a dire che è ancora presto per pronunciarsi in merito.   Continua...