PUNTO 1-Eurogruppo preme su Spagna, chiarisca su necessità aiuti

venerdì 14 settembre 2012 11:30
 

(riscrive con dettagli, contesto, cambia titolo)

NICOSIA, 14 settembre (Reuters) - I ministri delle Finanze della zona euro, riuniti oggi e domani a Nicosia, fanno pressioni sulla Spagna affinché chiarisca se chiederà o meno l'attivazione del nuovo programma di acquisto di bond della Bce, il cui solo annuncio ha già notevolmente ridotto i costi di finanziamento di Madrid.

Lo spagnolo Luis De Guindos ha eluso le domande sul tema al suo arrivo a Cipro, dicendo che oggi si discuterà in termini generici delle condizioni per l'intervento della Bce sui mercati.

"Mi piacerebbe che (gli spagnoli) definissero la loro posizione, perché per tutta l'estate non è stata chiara", ha detto ai giornalisti il ministro irlandese Michael Noonan, facendosi interprete di una preoccupazione diffusa in altri Paesi dell'unione che temono l'incertezza sulla Spagna freni l'uscita dalla crisi del debito.

La Bce ha chiarito che per attivare il proprio intervento con l'acquisto di bond sul mercato secondario è essenziale che la Spagna - così come qualunque altro Paese - chieda aiuto al fondo di salvataggio della zona euro negoziandone le condizioni e il monitoraggio.

Madrid sta resistendo a qualsiasi condizione di austerità addizionale oltre alle raccomandazioni della Commissione Ue, che sta già implementando, mentre i Paesi del nord Europa guidati dalla Germania chiedono categoricamente che qualsiasi aiuto sia accompagnato da condizioni severe.

"E' molto più importante rispettare i nostri obiettivi di deficit pubblico e il nostro programma di riforme piuttosto che un potenziale salvataggio", ha detto De Guindos ai giornalisti che gli chiedevano delle condizioni per un eventuale sostegno finanziario.

"La questione fondamentale è stabilire le condizioni a cui ci potrà essere un intervento della Bce sul mercato secondario. Credo che sarà quello che faremo oggi, sebbene sarà una discussione generica, non direttamente in relazione alla Spagna", ha detto ancora il ministro.

Per la prima volta dall'inizio dell'anno, la riunione Ecofin avviene sullo sfondo di mercati finanziari su cui si è almeno parzialmente allentata la tensione grazie all'impegno Bce.   Continua...