Crisi, Monti a sindacati: produttività è base per crescita e lavoro

martedì 11 settembre 2012 17:30
 

ROMA, 11 settembre (Reuters) - Il presidente del Consiglio Mario Monti ha aperto il tavolo di Palazzo Chigi con le parti sociali ponendo l'accento sul rilancio della produttività come chiave per riprendere il cammino della crescita e dell'occupazione.

Lo riferisce una fonte sindacale presente al tavolo.

L'incontro arriva in un "momento carico di tensioni e preoccupazioni", è stato l'incipit di Monti, che ha poi aggiunto che "il governo vuole discutere di produttività che è la base per la crescita e l'occupazione".

Oltre a Monti e ai leader di Cgil, Cisl e Uil partecipano alla riunione - che segue a quella dell 5 settembre con i rappresentanti degli imprenditori - i ministri del Lavoro, Elsa Fornero, dell'Economia Vittorio Grilli, dello Sviluppo economico Corrado Passera.

Il governo deve dare seguito alle indicazioni in tema di contratti e produttività del lavoro contenute nella lettera inviata dalla Banca centrale europea l'estate dell'anno scorso.

Al termine dell'incontro con le associazioni di imprenditori il governo in un comunicato ha sollecitato Confindustria, Abi, Ania, Rete imprese Italia ad avviare un confronto con il sindacato per ridefinire l'architettura contrattuale al fine di aumentare la produttività.

Questa mattina Monti ha detto che per uscire dalla crisi serve un impegno congiunto di sindacati ed imprese e che il governo è pronto a fare da mediatore. Il premier ha poi aggiunto che l'esecutivo lavorerà per cercare di ridurre il divario fra salario lordo e netto in busta paga.

(Alberto Sisto)

  Continua...