Alcoa, Ciaccia fiducioso su svolta positiva dopo incontro ieri

martedì 11 settembre 2012 11:32
 

ROMA, 11 settembre (Reuters) - Il viceministro alle Infrastrutture Mario Ciaccia pensa che si possa trovare una soluzione per lo stabilimento sardo di Alcoa di produzione di alluminio che la multinazionale statunitense ha intenzione di abbandonare entro fine anno.

"Sono fiducioso che possa esserci una svolta positiva. [Il ministro dello Sviluppo Corrado] Passera sta facendo l'impossibile per venire incontro alle esigenze dei lavoratori. L'attenzione del governo è forte a prescindere dalla protesta", ha detto Ciaccia dopo il lunghissimo incontro di ieri al ministero dello Sviluppo tra governo, Alcoa, sindacati e istituzioni sarde mentre circa 600 operai del sito di Portovesme manifestavano per difendere il proprio posto di lavoro messo a rischio dalla chiusura dello stabilimento.

Al termine di una lunga giornata segnata anche da scontri tra i manifestanti e le forze dell'ordine, il ministero ha diramato una nota nella quale si dice che Alcoa si è impegnata a rallentare i tempi di spegnimento delle celle, avviato il primo settembre, e ad allungare i tempi di chiusura dell'impianto. Nel testo si stabilisce inoltre che la fonderia resterà operativa per tutto il mese di novembre e che, oltre a garantire la tenuta in efficienza di tutte le celle, verrà adottata, per un significativo numero di esse, una tecnica in grado di garantire l'immediata rimessa in marcia dello stabilimento, della quale Alcoa si assume l'onere economico.

Il governo conferma il proprio impegno per dare adeguata soluzione ai problemi generali del Sulcis e si impegna a verificare la fattibilità delle manifestazioni di interesse pervenute finora da parte delle due società svizzere Glencore e Klesch che saranno convocate a breve.

Si assicura infine che i lavoratori dell'indotto Alcoa avranno accesso alla cassa integrazione in deroga e che entro settembre si terrà un incontro di approfondimento sul Piano Sulcis.

(Stefano Bernabei)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia