Btp in rialzo, spread in area 400pb dopo asta Spagna, poi risale

giovedì 21 giugno 2012 12:31
 

MILANO, 21 giugno (Reuters) - Btp in rialzo sul secondario,
con uno spread su Bund in marcata riduzione dopo il buon esito
dell'asta spagnola. Il differenziale fra i tassi dei rendimenti
italiano e tedesco ha toccato il minimo di 403 punti base dopo
l'asta. Si tratta del livello più basso dai 390 punti base
dell'8 maggio scorso, seguito da una risalita a quota 410
intorno alle 12,30.
    "L'asta spagnola ha certamente favorito questo movimento,
con un'emissione più alta dell'ammontare massimo fissato. C'è da
dire che la settimana scorsa si era visto un allargamento
pesante. Il movimento di oggi su Spagna e Italia può essere
visto come una ricopertura di posizioni corte" dice Alessandro
Giansanti, strategist di Ing. 
    "Nel medio termine permane tuttavia qualche punto
interrogativo, il mercato ha bisogno di vedere qualche
miglioramento nel deficit di bilancio spagnolo, altrimenti non
vedo robusti miglioramenti all'orizzonte" dice. 
    La Spagna ha colloca 2,22 miliardi di titoli di Stato a
2014, 2015, 2017, con tassi in rialzo. La buona
domanda non sorprende gli analisti. 
    "Ad essere sinceri, non è davvero una grande sorpresa per il
mercato con quest'ultima inversione di umore e con il forte
abbassamento nei prezzi che abbiamo visto nelle ultime
settimane" dice Michael Leister di Dz Bank. 
    Un elemento di supporto potrebbe essere anche l'ipotesi che
la proposta avanzata al G8 da Mario Monti sull'acquisto di
titoli di Stato tramite il fondo salva-Stati. 
    "Tutte le scadenze sono state ben accolte, con un
bid-to-cover totale di 3,5. Non sorprendente dato il limitato
ammontare in offerta... Le voci che i governi dell'unione
monetaria possano far ricorso ai fondi Esm e Efsf per acquistare
bond dei paesi periferici sul mercato secondario potrebbe aver
giocato un ruolo di supporto all'asta di oggi" dice un analista
di Newedge Strategy. 
    Non è escluso che la proposta arrivi oggi sul tavolo
dell'Eurogruppo. Se da una parte l'ipotesi ha incontrato il
plauso di molti, dall'altra commenti piuttosto tiepidi sono
giunti dalla Commissione europea. 
    Anche la Francia si è attivata oggi sul primario, con il
collocamento di 8,432 miliardi di titoli medio termine a fronte
di una forchetta di offerta fra 7 e 8,5 miliardi
. I rendimenti in questo caso sono risultati in
calo, con il tasso del benchmark quinquennale ai minimi storici
.
    "Ancora una volta la domanda di carta francese è stata forte
in asta, a riflesso di una contionua domanda di titoli 'core'
liquida che renda più della carta tedesca, in particolare per
scadenze a breve e a medio termine", dice Peter Chatwell,
strategist a Credit Agricole.
    
========================== 12,20 =============================  
FUTURES BUND GIUGNO       140,67   (-0,18)           
FUTURES BTP GIUGNO        101,10   (+0,59)             
BTP 2 ANNI  (APR 14)   98,587  (+0,324) 3,870%     
 
BTP 10 ANNI (SET 22)  99,018  (+0,492) 5,705%     
 
BTP 30 ANNI (SET 40)  85,689  (+0,903) 6,156%     
 
            
========================= SPREAD (PB)========================= 
                                              ULTIMA CHIUSURA   
 
TREASURY/BUND 10 ANNI   5           6        
BTP/BUND 2 ANNI         373         392      
BTP/BUND 10 ANNI      410         417   
 livelli minimo/massimo           402,6-420,3  421,6-434,8 
BTP/BUND 30 ANNI      388         397      
SPREAD BTP 10/2 ANNI                  183,5       170,6   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  45,1        46,3  
============================================================== 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia