Spending review, sindacati chiedono a Monti incontro su statali - Bonanni

giovedì 21 giugno 2012 11:13
 

ROMA, 21 giugno (Reuters) - Cgil, Cisl e Uil chiedono a Mario Monti un incontro per avere chiarimenti sulla stretta al pubblico impiego nell'ambito delle misure per tagliare la spesa pubblica.

Lo ha detto stamani il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni.

"Abbiamo scritto una lettera per chiedere a Monti di convocare una riunione con i ministri competenti. Spero non si continui a fare terrorismo, mi pare che stiano lavorando per distruggere la coesione sociale", ha detto Bonanni a margine dell'assemblea annuale di Confcommercio.

"Bisogna stare attenti, sembra che il governo stia mostrando la massima irresponsabilità", ha aggiunto.

Secondo quanto riferito nei giorni scorsi da fonti governative, l'esecutivo vuole agire attraverso il regime di cassa integrazione per i dipendenti pubblici previsto dalla Legge di stabilità del 2012, l'ultimo atto del governo di Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti.

Quella legge prevede che i dipendenti pubblici in esubero non possano essere impiegati in altra sede o mansione, la cosiddetta messa "in disponibilità", con un assegno pari all'80% dello stipendio nei successivi 24 mesi. L'obiettivo è ottenere una prima riduzione della pianta organica. Le verifiche tuttavia sono ancora in corso perché i dipendenti effettivamente in servizio nelle singole amministrazioni sono spesso inferiori al numero previsto teoricamente dalla pianta organica.

Inoltre, il governo vuole ridurre le province del 20% accorpando quelle sotto i 300.000/350.000 abitanti.

Il 30 aprile Palazzo Chigi ha annunciato tagli da 4,2 miliardi tra giugno e dicembre 2012. Il 14 giugno Giarda ha detto che il governo vuole portare i risparmi a 5 miliardi.

Ridurre la spesa pubblica di 5 miliardi negli ultimi sette mesi del 2012 equivale ad avere circa 8,5 miliardi di risparmi strutturali dal 2013. È più probabile, però, che il decreto sia operativo da luglio. In questo caso i tagli si riferirebbero al secondo semestre e la dote del 2013 aumenterebbe a 10 miliardi.   Continua...