Domani sciopero generale Cobas contro governo, ma treni quasi regolari

giovedì 21 giugno 2012 10:03
 

ROMA, 21 giugno (Reuters) - I sindacati di base hanno indetto per domani uno sciopero generale di 24 ore contro il governo, ma dopo la revoca della protesta da parte dell'Orsa i disagi per gli utenti, almeno sulle ferrovie, dovrebbero essere minori.

Dallo sciopero è esclusa l'Emilia-Romagna, colpita nelle settimane scorse dal terremoto.

In un comunicato Usb, Cub, Unicobas, Snater Usi e Cobas hanno spiegato che l'astensione dal lavoro è "contro l'attacco alle condizioni e al diritto del lavoro... e contro lo smantellamento dell'articolo 18", l'Imu e l'aumento dell'Iva.

Durante lo sciopero saranno garantiti comunque i servizi minimi essenziali. Non protesteranno i lavoratori della scuola, per il termine delle lezioni e gli esami in corso.

La protesta riguarderà anche il settore aereo (per tutta la giornata) e il trasporto pubblico locale. A Roma, lavoratori di metro, bus e tram sono chiamati a scioperare dalle 9 alle 17 e dalle 20 a fine turno.

Lo sciopero delle ferrovie era previsto dalle 21 di questa sera alla stessa ora di domani, ma dopo la revoca dell'Orsa, dicono Fs e l'Autorità di garanzia sugli scioperi, i treni saranno "quasi regolari", ha detto l'authority.

Domani scioperano anche i lavoratori della Sea, la società aeroportuale lombarda, per una protesta di Cgil, Cisl e Uil contro la decisione del Comune di Milano di cedere oltre il 50% del pacchetto azionario.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia