Bce sostiene proposta Efsf acquisti bond sovrani - Coeure a FT

giovedì 21 giugno 2012 08:06
 

ROMA, 21 giugno (Reuters) - Il componente del board della Bce Benoit Coeure ha appoggiato l'idea che il fondo salva stati EFSF possa acquistare sul mercato secondario titoli governativi di Italia e Spagna per allentare la pressione sugli spread. In una intervista al Financial Times il rappresentante della Bce, che sovrintende alle operazioni sui mercati, ha detto anche di attendersi che la banca centrale discuta un taglio dei tassi alla prossima riunione del consiglio.

Couere ha spiegato che la Bce, che deve essere preventivamente consultata secondo le regole del fondo Efsf, appoggerebbe una mossa del genere perché il costo di rifinanziamento del debito di questi Paesi riflette poco i fondamentali e piuttosto "l'ansietà dei partecipanti al mercato circa l'attuazione delle decisioni politiche da prendersi, in particolare in Spagna per risolvere i problemi delle banche", ha detto.

"Le attuali circostanze probabilmente renderebbero possibile un intervento sul mercato secondario del fondo Efsf", dice il banchiere centrale, sottolineando che questo avverrebbe condizionatamente all'adozione di adeguate decisioni di politica economica nei paesi interessati.

"Certamente è un mistero il perché il fondo EFSF è stato autorizzato ad intervenire sul mercato secondario circa un anno fa e ancora nessun governo ha usato questa possibilità", si è chiesto Coeure.

La proposta di usare i fondi salva Stati europei, Efsf ed Esm, è stata lanciata dal presidente del Consiglio italiano Mario Monti al G20 in Messico in questo ultimo fine settimana, ha ricevuto l'interesse del presidente francese François Hollande ma è stata bollata come una soluzione che cura solo il sintomo - un paracetamolo finanziario - dal portavoce agli Affari Economici della Ue e ha ottenuto una reazione fredda dalla Cancelliera tedesca Angela Merkel.

La proposta verrà discussa domani a Roma nel vertice a quattro tra Monti, Hollande, Merkel e il premier spagnolo Mariano Rajoy.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia