Lavoro, riforma sbilanciata aumenta costi per imprese - Abi

martedì 19 giugno 2012 12:35
 

ROMA, 19 giugno (Reuters) - L'Associazione bancaria italiana (Abi) ritiene che la riforma del mercato del lavoro sia sbilanciata, non consenta un effettivo miglioramento del quadro normativo e aumenti i costi per le imprese.

Lo si legge nel testo dell'intervento presentato stamani in audizione alla Camera dal direttore generale, Giovanni Sabatini.

In particolare, secondo Sabatini, "ad una significativa limitazione delle tipologie contrattuali più flessibili non fa riscontro un assetto altrettanto flessibile ed adeguato delle regole in uscita".

Molte delle misure previste si tradurrebbero poi "in un aggravio di costi per le imprese, senza le auspicate facilitazioni sul piano delle politiche attive del lavoro e della flessibilità di utilizzo del personale".

La riforma del mercato del lavoro, approvata in prima lettura in Senato, è ora all'esame della Camera e il premier Mario Monti ha chiesto che il testo sia legge prima del Consiglio europeo di fine giugno.

L'Abi propone di modificare il testo ampliando, rispetto agli attuali 12 mesi, la durata del primo contratto a termine senza necessità di indircarne le causali e sopprimendo il riferimento alla contrattazione collettiva al fine di prolungare l'intervallo tra diversi contratti a termine. Sull'apprendistato si suggerisce di aumentare a quattro anni, da tre, la durata massima del contratto elevando la soglia di età massima a 32 anni da 29. In tema di licenziamenti economici individuali Sabatini chiede che siano chiariti i criteri ai quali il giudice dovrà attenersi per scegliere tra indennizzo e reintegro, mentre per quelli collettivi si chiede che in caso di "accertata illegittimità, operi una sanzione esclusivamente indennitaria".

Infine l'Abi chiede di stralciare dal testo le norme relative alla partecipazione dei lavoratori agli utili e al capitale delle imprese e di essere componenti dei consigli di sorveglianza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia