June 18, 2012 / 5:43 PM / 5 years ago

PUNTO 1-Rai, associazioni indicano a Pd per cda Colombo e la Tobagi

5 IN. DI LETTURA

(Aggiunge nota Bersani)

ROMA, 18 giugno (Reuters) - Un gruppo di associazioni a cui il Pd ha chiesto una settimana fa di indicare due candidati della "società civile" per il nuovo cda della Rai hanno proposto oggi Gherardo Colombo e Benedetta Tobagi come nomi da votare in commissione di Vigilanza per viale Mazzini.

Lo ha detto a Reuters Nicoletta Dentico dell'associazione Se non ora quando.

In una successiva nota il segretario del Pd Pierluigi Bersani ha detto che il suo partito è "orgoglioso di sostenere la Tobagi e Colombo".

Intanto, però, la prossima riunione della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, con all'ordine del giorno l'elezione dei consiglieri di sua competenza potrebbe slittare, ha detto a Reuters il capogruppo del Pdl, per evitare di "destabilizzare" il quadro politico prima di un incontro tra il premier Mario Monti e i leader di Germania, Francia e Spagna e un vertice Ue.

La richiesta che fossero quattro associazioni - il gruppo trasversale femminile Se non ora quando, l'associazione antimafia Libera, il gruppo Libertà e Giustizia e il Comitato per la libertà e il diritto all'informazione - a indicare i nomi da votare per il prossimo cda era stata lanciata una settimana fa dal segretario del Pd Bersani, che da tempo ha annunciato l'uscita di rappresentanti del suo partito dall'organo che guida la Rai per protestare contro la mancata riforma della governance.

Giovedi Il Voto in Vigilanza

Per giovedì 21 giugno è fissata la seduta della Vigilanza Rai, chiamata a eleggere i sette membri - sui nove del cda - la cui nomina, secondo l'attuale legge Gasparri, spetta al Parlamento.

Il presidente, il vice direttore generale della Banca d'Italia Anna Maria Tarantola, è già stato designato da Monti, così come il rappresentante del Tesoro - azionista di maggioranza Rai - Marco Pinto.

Con uno strappo alle regole, il premier ha anche anticipato il nome del suo candidato a direttore generale in Luigi Gubitosi, ex Ad di Wind, che dovrà essere indicato dal cda.

La nomina della Tarantola deve comunque essere ratificata dalla Vigilanza, con due terzi dei voti dei 40 componenti. Quella di Pinto dovrebbe invece avvenire il 3 luglio, data in cui si riunirà l'assemblea degli azionisti Rai.

No All'audizione Di Tarantola

Oggi, intanto, il presidente della commissione, l'ex presidente della Rai Sergio Zavoli, ha respinto la richiesta dell'Italia dei Valori di un'audizione con la Tarantola prima del suo insediamento.

"I vertici della Vigilanza non hanno accettato la mia proposta, giudicandola prematura", ha detto a Reuters Francesco "Pancho" Pardi, capogruppo dell'Idv in Vigilanza.

L'audizione era stata richiesta nei giorni scorsi dal partito di Antonio Di Pietro per verificare la "competenza" e "indipendenza" di Tarantola, da 40 anni a Bankitalia.

In vista del rinnovo del cda, i partiti stanno discutendo delle nomine dei consiglieri. L'Udc sembra avviato a riconfermare l'uscente Rodolfo De Laurentis, ha confermato a Reuters una fonte di partito a conoscenza del dossier.

E mentre stasera scade il termine per presentare i curriculum di "autocandidati" al cda, il Pdl invece non ha ancora deciso i propri rappresentanti, ha detto a Reuters il capogruppo in Vigilanza Alessio Butti: "Ci sono riunioni in corso, prima di giovedì può succedere di tutto".

Al momento, dice una fonte del Pdl, l'unica certezza sarebbe la conferma del consigliere uscente Antonio Verro, che per restare nel cda si è anche dimesso nei mesi scorsi dalla Camera.

Coi suoi voti, il Pdl potrebbe anche aiutare la Lega Nord a ottenere un proprio rappresentante d'area in cda, ha detto Butti. Mentre l'Idv, che vorrebbe votare uno degli "autocandidati", punta sul sostegno del Pd.

Pdl Avverte: Rai Puo' Destabilizzare Monti

Butti però non ha escluso uno slittamento della riunione della Vigilanza: "Noi eravamo già dell'idea di posticipare la riunione. La Rai è in grado di destabilizzare anche certi equilibri politici, e non sarebbe bene che questo avvenisse prima della partecipazione del presidente del Consiglio a importanti riunioni europee".

Il 22 giugno a Roma ci sarà un vertice con Monti, il presidente francese François Hollande, il cancelliere tedesco Angela Merkel e il premier spagnolo Mariano Rajoy. Il 28, poi a Bruxelles, si terrà un nuovo Consiglio dei capi di Stato e di governo della Ue dedicato alla crisi del debito della zona euro.

Il Pdl, pur esprimendo nei giorni scorsi apprezzamento per Tarantola, non ha gradito la scelta di Monti di sostituire il dg Lorenza Lei, e una parte dei suoi rappresentanti in Vigilanza hanno minacciato di votare contro la nomina del nuovo presidente.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below