RPT-Italia proporrà a Ecofin meccanismo per riduzione spread - Moavero

lunedì 18 giugno 2012 18:14
 

BRUXELLES, 18 giugno (Reuters) - In occasione delle riunioni di Eurogruppo ed Ecofin di giovedì sera e venerdì prossimo a Lussemburgo l'Italia intende proporre al consesso dei ministri finanziari Ue l'introduzione di un meccanismo semi-automatico per la riduzione degli spread tra governativi con il coinvolgimento della Bce o del fondo Esm.

Lo dice il ministro per gli Affari europei Enzo Moavero.

"Ci sono una serie di riflessioni in atto per un meccanismo per lo spread. Potrebbe essere un tema da trattare. L'idea è quella di individuare meccaniche che possano consentire interventi di contenimento quando la forbice dello spread tra i titoli di un Paese e i titoli di riferimento, quelli tedeschi, si allarga eccessivamente. Siamo a una discussione. Non siamo ancora a un meccanismo" speiga alla stampa.

Sul tratto decennale il differenziale tra tassi Btp/Bund secondo i dati TradeWeb chiude la seduta odierna intorno a 465 punti base da 443 questa mattina e 451 venerdì sera.

A chi gli chiede chi gestirebbe un simile apparecchio il ministro italiano risponde: "Potrebbe essere Bce o altre istituzioni finanziarie".

"Sarebbero meccanismi che scattano semi-autonomamente: si tratterebbe di rifare ciò che finora la Bce ha fatto autonamamente. In ogni caso l'autonomia della Bce è nei trattati potrebbe quindi non essere il soggetto ideale. Anche l'Esm potrebbe - ma non può operare come un banca. La discussione è in atto" conclude.

Passando poi a parlare dei tempi per la piena entrata in vigore del meccanismo permanente salva-Stati Esm - European Stability Mechanism - il ministro esprime perplessità sulla possibilità di rispettare l'agenda prevista a causa della tabella di marcia delle ratifiche da parte dei singoli Paesi.

"E' difficile rispettare la scadenza che ci eravamo dati ai primi di luglio".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia