Rai, associazioni indicano a Pd per cda Colombo e la Tobagi

lunedì 18 giugno 2012 18:40
 

ROMA, 18 giugno (Reuters) - Un gruppo di associazioni a cui il Pd ha chiesto una settimana fa di indicare due candidati della "società civile" per il nuovo cda della Rai hanno proposto oggi Gherardo Colombo e Benedetta Tobagi come nomi da votare in commissione di Vigilanza per viale Mazzini.

Lo ha detto a Reuters Nicoletta Dentico dell'associazione Se non ora quando.

Intanto, però, la prossima riunione della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai, con all'ordine del giorno l'elezione dei consiglieri di sua competenza potrebbe slittare, ha detto a Reuters il capogruppo del Pdl, per evitare di "destabilizzare" il quadro politico prima di un incontro tra il premier Mario Monti e i leader di Germania, Francia e Spagna e un vertice Ue.

La richiesta che fossero quattro associazioni - il gruppo trasversale femminile Se non ora quando, l'associazione antimafia Libera, il gruppo Libertà e Giustizia e il Comitato per la libertà e il diritto all'informazione - a indicare i nomi da votare per il prossimo cda era stata lanciata una settimana fa dal segretario del Pd Pier Luigi Bersani, che da tempo ha annunciato l'uscita di rappresentanti del suo partito dall'organo che guida la Rai per protestare contro la mancata riforma della governance.

GIOVEDI IL VOTO IN VIGILANZA

Per giovedì 21 giugno è fissata la seduta della Vigilanza Rai, chiamata a eleggere i sette membri - sui nove del cda - la cui nomina, secondo l'attuale legge Gasparri, spetta al Parlamento.

Il presidente, il vice direttore generale della Banca d'Italia Anna Maria Tarantola, è già stato designato da Monti, così come il rappresentante del Tesoro - azionista di maggioranza Rai - Marco Pinto.

Con uno strappo alle regole, il premier ha anche anticipato il nome del suo candidato a direttore generale in Luigi Gubitosi, ex Ad di Wind, che dovrà essere indicato dal cda.   Continua...