Btp cedenti in chiusura, timori Spagna contagiano periferia

lunedì 18 giugno 2012 17:46
 

MILANO, 18 giugno (Reuters) - Finale di seduta ed esordio di
settimana in pesante rosso per i benchmark Btp, che ampliano di
poco meno di una ventina di centesimi il ritardo su Germania in
un clima di accentuata avversione al rischio.
    Lievita oltre 6% il rendimento del decennale italiano e ben
oltre il 7% quello della controparte spagnola, mentre sempre sul
tratto a dieci anni la forbice tra tassi si attesta intorno a
465 centesimi nel caso del Btp/Bund e sui nuovi massimi di 580
nel caso di Spagna/Germania dopo.
    Diversamente da quanto ipotizzato dall'assoluta maggioranza
degli osservatori, si è esaurito nel giro di poche ore
l'entusiasmo degli investitori per il 'sì' all'Europa da parte
dell'elettorato greco, che fuga i timori di un abbandono della
valuta unica da parte di Atene.
    "Al risultato del voto greco basta sostituire l'impegno Ue
di 100 miliardi a favore delle banche spagnole e il copione
della seduta di oggi è identico a quella di lunedì scorso.
Quello che i mercati sembravano maggiormente temere era un no
all'Europa da parte degli elettori greci come una crisi di
liquidità del sistema bancario spagnolo ma evidentemente così
non era" commenta un operatore.
    "Il mercato è del resto talmente poco liquido che bastano
pochi volumi di vendite sui bancari per far crollare le borse e
volare lo spread" aggiunge.
    Il riferimento è alla correzione di 2,85% delle bluechip
italiane e al -3% delle spagnole, da paragonare al +0,01%
dell'Ftse300 e al +0,3% del Dax.
    In vista del bilaterale Obama-Merkel nelle prossime ore, a
margine del G20 messicano, la bozza del comunicato finale del
Gruppo dei Venti scrive che i leader della zona euro si
impegnano ad adottare qualsiasi misura necessaria a
salvaguardare integrità e stabilità dell'unione monetaria e
invita i Paesi a rompere il circolo vizioso tra Stati sovrani e
banche. 
    Sempre da Los Cabos, il cancelliere tedesco non allenta
minimamente la linea dura di Berlino nei confronti di Atene
neanche tenendo conto del responso elettorale di ieri.
    Secondo l'agenzia Fitch, anche se marginale
la vittoria del centro-destra filoeuropeista allontana lo
spettro di un default 'disordinato' della Grecia e consente di
non porre sotto osservazione con implicazioni negative i rating
sovrani di tutti i Paesi euro.
    Si attendeva oggi il rapporto sulle necessità di
ricapitalizzazione delle banche spagnole a cura di una società
di revisione indipendente, la cui stima dovrebbe essere di un
'buco' tra 60 e 70 miliardi di euro.
        
========================== 17,30 =============================  
FUTURES BUND GIUGNO       142,68   (+0,39)           
FUTURES BTP GIUGNO         98,44   (-0,74)             
BTP 2 ANNI  (APR 14)   97,492  (-0,100) 4,530%     
 
BTP 10 ANNI (SET 22)  96,457  (-0,943) 6,056%     
 
BTP 30 ANNI (SET 40)  82,914  (-0,930) 6,402%     
 
            
========================= SPREAD (PB)========================= 
                                              ULTIMA CHIUSURA   
 
TREASURY/BUND 10 ANNI  17          12        
BTP/BUND 2 ANNI         451         441      
BTP/BUND 10 ANNI      464         451   
 livelli minimo/massimo           442,1-478,8  445,2-462,3 
BTP/BUND 30 ANNI      432         425      
SPREAD BTP 10/2 ANNI                  152,6       148,8   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  34,6        36,6  
==============================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia