Dismissioni, ora no piani per cessione Enel, Eni, Finmeccanica - Grilli

venerdì 15 giugno 2012 15:29
 

ROMA, 15 giugno (Reuters) - Lo Stato non ha in questo momento nessuna previsione di cedere quote di Eni, Enel e Finmeccanica visto che è ora concentrato sulla dismissione di altri asset della pubblica amministrazione e in queste società è già vicino alla soglia del 30%.

Lo ha detto il viceministro all'Economia Vittorio Grilli che però non ha escluso che in futuro non possano avvenire cessioni di quote di queste società a controllo pubblico quotate.

"In questo momento non ci sono piani per queste importanti aziende. Lo stato ha un limite già quasi sotto il 30%. Non abbiamo piani in questo momento di ulteriori dismissioni di queste imprese, non è detto che non possa succedere ma in questo momento ci stiamo concentrando sugli altri asset della pubblica amministrazione", ha detto Grilli rispondendo a una domanda.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia