Benzine, da 2013 autorizzazione governo a import da Paesi non Ue - bozza

venerdì 15 giugno 2012 13:15
 

ROMA, 15 giugno (Reuters) - Il governo vuole sottoporre ad autorizzazione dal 2013 le importazioni di benzine prodotte da Paesi non appartenenti all'Unione europea.

La norma figura in due diverse bozze del decreto con le "misure urgenti per la crescita" messo a punto dal ministro Corrado Passera e all'esame del Consiglio dei ministri odierno.

"A decorrere dal primo gennaio 2013 l'importazione di prodotti petroliferi finiti liquidi da Paesi non appartenenti all'Unione Europea è soggetta ad autorizzazione del ministero dello Sviluppo economico, sentita l'Agenzia delle Dogane, rilasciata sulla base di criteri determinati con decreto del ministero dello Sviluppo economico, di concerto con il ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio, da adottare entro tre mesi dall'entrata in vigore del presente decreto, nel quale sono individuati i requisiti minimi per l'ottenimento dell'autorizzazione, tenendo anche conto dell'aderenza dell'impianto estero di produzione dei prodotti petroliferi oggetto di importazione alle prescrizioni ambientali, di salute dei lavoratori e di sicurezza, previste dalla disciplina comunitaria per gli impianti produttivi ubicati all'interno della Comunità", prevede il decreto.

"La disposizione consente anche di evitare di peggiorare le condizioni ambientali complessive attraverso la delocalizzazione delle raffinerie in paesi extraeuropei che hanno vincoli ambientali minori", spiega la relazione tecnica.

(Stefano Bernabei e Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia Dall'attuazione del presente comma non derivano nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.