SCHEDA - Crisi, il decreto sviluppo con le misure per la crescita

venerdì 15 giugno 2012 18:28
 

15 giugno (Reuters) - Bonus per l'assunzione di personale qualificato, riordino degli incentivi, proroga al 50% delle detrazioni per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica, canali di finaziamento alternativi al sistema bancario per le piccole e medie imprese e concordato preventivo più semplice per le aziende in crisi.

Dopo settimane di confronto tra ministero dell'Economia e quello dello Sviluppo economico, il Consiglio dei ministri ha approvato oggi il decreto legge con le "misure urgenti per la crescita".

Il provvedimento punta ad attivare diverse leve necessarie per stimolare il rafforzamento della competitività, la ripresa della domanda, lo stimolo al dinamismo imprenditoriale, dice Palazzo Chigi in una nota.

CREDITO DI IMPOSTA PER NUOVE ASSUNZIONI

Il decreto introduce un contributo in forma di credito d'imposta per le nuove assunzioni a tempo indeterminato di personale altamente qualificato in possesso di laurea magistrale a carattere tecnico o scientifico o di dottorato di ricerca.

L'aliquota del beneficio è pari al 35% con un limite massimo di 200.000 euro annui ad azienda e con un vincolo di trattenere il personale assunto per almeno 3 anni.

Secondo Palazzo Chigi il contributo potrebbe favorire oltre 4.000 nuove assunzioni.

  Continua...