Crisi, Hollande: non mi accontenterò di mezze misure a prossimo Consiglio Ue

giovedì 14 giugno 2012 19:24
 

ROMA, 14 giugno (Reuters) - Il presidente francese François Hollandeha detto che preservare la moneta unica è un dovere degli europei e che non si accontenterà soluzioni adottate con mezze misure al Consiglio Europeo previsto per il 28 e 29 giugno.

"Dovere degli europei è preservare la moneta unica, servono strumenti e meccanismi stabili e sufficienti. E' il momento di farlo. Ci sono stati troppi consigli europei in cui è stato detto che la soluzione era stata trovata perché io mi accontenti di mezze misure al prossimo Consiglio Ue", ha detto Hollande, oggi in conferenza stampa dopo l'incontro a Palazzo Chigi con il presidente del Consiglio Mario Monti.

Il presidente francese ha poi invitato l'Europa a prendere misure per la stabilità finanziaria, una delle quali potrebbe essere quella di dotare il meccanismo europeo di stabilità di una licenza bancaria.

"Dobbiamo prendere misure sulla stabilità finanziaria. Ci sono più idee che sono state messe sul tavolo, al di là delle euro-obbligazioni che sono a medio termine. C'è l'intervento del meccanismo europeo di solidarietà, la garanzia dei depositi bancari, quella che chiamiamo l'unione bancaria, la licenza bancaria che potrebbe essere eventualmente accordata al meccanismo europeo di solidarietà che darebbe la potenza necessaria", ha spiegato Hollande.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia