PUNTO 1-Premafin,accordo banche su debito ma falliscono Sinergia-Imco

giovedì 14 giugno 2012 18:00
 

(accorpa storie)

MILANO, 14 giugno (Reuters) - Le holding a monte falliscono, ma Premafin sottoscrive con le banche finanziatrici l'accordo per la ristrutturazione dei debiti per oltre 360 milioni di euro condizionato alla prosecuzione dell'operazione di integrazione con Unipol.

Il fallimento di Sinergia e Imco, gravate di debiti per 400 milioni e proprietarie del 20% di Premafin, non dovrebbe avere effetto sulla complessa operazione che dovrebbe portare a una fusione a quattro con Fondiaria, Milano e Unipol, ha detto stamane Federico Ghizzoni, ad di Unicredit, fra i principali creditori del gruppo.

OK BANCHE A PATTO CHE SI VADA AVANTI CON UNIPOL

L'accordo sul debito Premafin è condizionato all'esecuzione dell'amento di capitale di Premafin riservato a Unipol entro il 20 luglio, ovvero la data di scadenza dell'esclusiva della compagnia bolognese sul progetto di fusione.

Nel frattempo Unipol va avanti con il piano di integrazione con il gruppo Premafin secondo i programmi e rimane in attesa dei necessari provvedimenti da parte delle Autorità.

E' quanto ha commentato a Reuters l'AD del gruppo bolognese, Carlo Cimbri, due giorni dopo il via libera dell'assemblea di Premafin all'aumento riservato da 400 milioni, passo importante per potere proseguire con il progetto di integrazione.

"In questo periodo stanno arrivando a confluenza tutte le attività che sono state svolte in questi mesi ma c'è ancora da fare".   Continua...