Italia,panico ingiustificato,fondamentali invariati-Padoan (Ocse) a stampa

mercoledì 13 giugno 2012 09:24
 

MILANO, 13 giugno (Reuters) - Per Pier Carlo Padoan, capo-economista dell'Ocse, l'attacco che sta subendo l'Italia in questi giorni sui mercati è giustificato solo dal potenziale contagio che arriva dalla Spagna ma che non ci sono cambiamenti dei fondamentali economici che lo giustifichino.

"Non ci sono cambiamenti dei fondamentali economici che giustifichino un attacco all'Italia. Ecco perché si parla di contagio", ha detto Padoan in un'intervista al quotidiano Il Messaggero.

"L'Italia in questo momento sta subendo un attacco giustificato solo dal potenziale contagio che arriva dalla Spagna. E' cambiato il sentimento dei mercati: fino a ieri in prima linea era Madrid, ora è Roma", ha aggiunto il capo-economista dell'Ocse.

Padoan tuttavia invita a "non farsi prendere dal panico" aggiungendo che la situazione dei mercati italiani "riflette il fatto che (essi) non hanno chiarezza su ciò che i leader politici e i policy maker vogliono fare".

Facendo riferimento all'accordo dello scorso fine settimana sugli aiuti fino a 100 miliardi di euro a Madrid, Padoan ha detto che "quelle sulla Spagna sono misure specifiche, per ricapitalizzare le banche, ma in un'ottica incardinata in un processo di unificazione dei sistemi bancari europei. E' positivo che si sia avviato il processo tuttavia non c'è chiarezza sui dettagli" aggiungendo che "in questo senso il vertice europeo di fine giugno è fondamentale".

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia