PUNTO 2-Decreto Sviluppo, Grilli nega contrasti con Passera

venerdì 8 giugno 2012 12:52
 

* Per vice ministro Economia dl richiede interventi complessi

* Passera riconosce che risorse per crescita sono scarse

* Bersani chiede a Monti segnali concreti

* Bonanni contro il governo: rinvio decreto atto grave (Accorpa pezzi e aggiunge background e dichiarazioni)

di Luca Trogni

SANTA MARGHERITA LIGURE, 8 giugno (Reuters) - Il decreto Sviluppo non è ancora stato varato perché si tratta di un provvedimento complesso e non perché vi siano ritardi o contrasti con il ministro Corrado Passera.

A dirlo è il vice-ministro dell'Economia Vittorio Grilli, smentendo indiscrezioni di stampa su divisioni in seno all'esecutivo che avrebbero portato a non affrontare il tema ieri in Consiglio dei ministri. E il ministro dello Sviluppo gli fa eco affermando che il governo deve confrontarsi con la durezza della crisi e tenere i conti sotto controllo, per questo pensare alla crescita richiede un grande sforzo.

Il decreto Sviluppo "è uno dei tanti provvedimenti di riforma del nostro paese, la sua complessità richiede un'analisi attenta e collaborazione da parte di tutti", ha detto Grilli, a margine del convegno dei Giovani Industriali, nel giorno in cui Istat rende noto che anche il secondo trimestre è iniziato in modo negativo per l'industria italiana. Ad aprile, infatti, la produzione ha registrato un calo dell'1,9% su mese, portando il calo annuo al massimo (-9,2%) da fine 2009.

"Quindi penso non si possa parlare di ritardo. È un processo di collaborazione e affinamento" ha aggiunto.   Continua...