Fiscal compact, Dini conferma via libera Senato entro primi luglio

mercoledì 6 giugno 2012 19:10
 

ROMA, 6 giugno (Reuters) - Il Senato approverà in prima lettura il disegno di legge che recepisce nell'ordinamento italiano il nuovo patto di stabilità e crescita europeo o Fiscal compact prima del Consiglio Ue di fine giugno o, al massimo, nei primi giorni di luglio, in contemporanea al Bundestag tedesco.

Lo conferma il presidente della commissione Esteri di Palazzo Madama, Lamberto Dini, fugando l'ipotesi di un possibile slittamento del voto, ipotizzata dal Pdl in opposizione alla politica rigorista tedesca.

"Noi andiamo avanti e confermiamo l'obiettivo di approvare in Senato il Fiscal compact simultaneamente al Bundestag, che chiude il 6 luglio", ha detto Dini.

"Successivamente il Trattato passerà alla Camera mentre in Germania passerà all'esame del Bundesrat, che dovrebbe ratificarlo in tempi brevissimi".

Martedì il presidente dei senatori Pdl, Maurizio Gasparri, ha proposto di rimandare la ratifica del Fiscal compact nell'attesa che si definiscano "cambi di rotta" nella politica europea.

Ora Dini, che è stato presidente del Consiglio oltre che ministro degli Esteri e del Tesoro, dice che il Pdl condivide l'esigenza di ratificare in tempi brevi il Trattato.

Dal 2015 il Fiscal compact obbligherà l'Italia a ridurre la quota superiore al 60% del rapporto debito/Pil di un ventesimo all'anno.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia