Consiglio ministri domani alle 14, odg non cita decreto sviluppo

mercoledì 6 giugno 2012 17:13
 

ROMA, 6 giugno (Reuters) - Il Consiglio dei ministri è convocato domani alle 14,00 a Palazzo Chigi.

L'ordine del giorno non cita l'atteso decreto sulla revisione degli incentivi alle imprese e il rilancio delle infrastrutture, al quale stanno lavorando soprattutto ministero dello Sviluppo e dell'Economia.

Il decreto, nelle bozze circolate finora, estende alle obbligazioni di progetto la tassazione al 12,5% prevista per i titoli di Stato.

Ancora da definire invece il capitolo incentivi, legato all'esigenza di garantire adeguate coperture in un contesto che non permette al governo di allentare il rigore nei conti pubblici.

Una prima bozza prevedeva un credito di imposta sugli investimenti in ricerca e sviluppo del 30%, riconosciuto su una spesa annua di massimo 600.000 euro annui. Una bozza successiva introduce invece un credito di imposta pari a massimo 300.000 euro ma per l'assunzione di personale qualificato.

Di esito incerto anche il capitolo delle compensazioni tra crediti fiscali, che in base ad alcune versioni del decreto potrebbe aumentare da circa 516.000 fino a 700.000 euro.

Il capitolo dedicato alla produzione di energia introduce nuove deroghe al divieto di prospezioni petrolifere a meno di 12 miglia nautiche dalla costa. Secondo quanto riferito ieri da una fonte governativa a Reuters, ministero dello Sviluppo e dell'Ambiente stanno lavorando all'ipotesi di ridurre il divieto da 12 a 7 miglia. Le bozze in possesso di Reuters si limitano invece a fare salvi i procedimenti di concessione che erano in corso alla data di entrata in vigore del decreto legislativo 128 del 2010.

Ricco anche il capitolo immobiliare: salvo novità il decreto dovrebbe introdurre uno sconto fiscale sull'acquisto di case fino a 200.000 euro di valore, l'aumento al 50% della detrazione Irpef sulle ristrutturazioni edilizie, la proroga a fine 2013 del 55% di detrazione per le spese di riqualificazione energetica e avviare il nuovo piano nazionale per le città.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia