Crisi, giudizio sospeso su decreti Passera, attesa contenuti - Squinzi

lunedì 4 giugno 2012 14:11
 

FIRENZE, 4 giugno (Reuters) - In attesa che si definiscano meglio i contenuti, Confindustria sospende il giudizio sui due decreti legge anticrisi preparati dal ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, che potrebbero andare all'esame del governo questa settimana.

"Non possiamo ancora esprimere giudizi perché mi pare che ogni ora cambino i contenuti. Daremo un giudizio definitivo quando avremo un'ultima versione", ha detto Squinzi oggi a Firenze a margine dell'assemblea degli industriali.

"Le nostre aspettative sono tantissime, il paese ha bisogno di semplificazione, di rimettere il manifatturiero al centro di tutto. Ci sono tanti modi per farlo: noi non chiediamo aiuti particolari, non chiediamo incentivi, ma che ci sia da parte di chi ci governa un'attenzione ai nostri problemi, di metterci in condizione di operare e di dare il meglio di noi stessi".

I decreti legge sulla revisione degli incentivi alle imprese e sul rilancio delle infrastrutture contengono numerose norme fiscali che richiedono adeguata copertura per essere licenziati. Il confronto tra ministero dello Sviluppo e ministero dell'Economia riguarda principalmente il credito di imposta sulla ricerca e l'estensione delle agevolazioni tributarie sulle spese di ristrutturazione edilizia.

Squinzi ribadisce che la "pressione fiscale è a livelli insostenibili" e dice che anche "solo dai tagli alla spesa pubblica possono venire risorse per diminuire le tasse sul lavoro e sulle imprese".

"C'è un rinascimento industriale alla nostra portata", ha proseguito Squinzi che ha riferito di come Confindustria stia lavorando su quattro dossier dedicati a energia, credito, edilizia e meccanica.

Inoltre, Confindustria è molto attenta al "settore auto perché, indipendentemente dalle scelte di Fiat, non possiamo dimenticare che migliaia di imprese nostre associate devono essere sostenute e devono avere la possibilità di rimanere competitive sul mercato".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia