S&P ritiene "prive di fondamento" accuse inchiesta Trani

giovedì 31 maggio 2012 15:09
 

MILANO, 31 maggio (Reuters) - Standard & Poor's respinge le accuse emerse da un'inchiesta della procura di Trani e si dice pronta a difendere la reputazione della società.

"Riteniamo che le accuse riportate siano prive di ogni fondamento e non supportate da alcuna prova" dice l'agenzia di rating in una dichiarazione inviata via email. "Continueremo a difendere strenuamente le nostre azioni e la reputazione della società e delle nostre persone".

Stamane una fonte investigativa ha riferito a Reuters che, nell'ambito di una più vasta inchiesta che riguarda anche Fitch e Moody's, risultano indagati cinque tra esponenti ed ex dell'agenzia americana con l'accusa di manipolazione pluriaggravata e continuata del mercato finanziario.

Le cinque persone sotto accusa sono gli analisti Eileen Zhang, Frank Gill, Moritz Kraemer, l'attuale responsabile dell'agenzia per l'Europa Yeann Le Pallec e l'ex-presidente Deven Sharma.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129567, Reuters messaging: francesca.landini.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
S&P ritiene prive di fondamento accuse inchiesta Trani | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    18,972.39
    -0.18%
  • FTSE Italia All-Share Index
    20,810.02
    -0.13%
  • Euronext 100
    942.38
    -0.21%