Fisco, detrazione su acquisto case di valore fino 200.000 euro - bozza

mercoledì 30 maggio 2012 17:51
 

ROMA, 30 maggio (Reuters) - Sconto fiscale sull'acquisto di case fino a 200.000 euro di valore, aumento al 50% della detrazione Irpef sulle ristrutturazioni edilizie, proroga a fine 2013 del 55% di detrazione per le spese di riqualificazione energetica e il nuovo piano nazionale per le città.

Sono i principali contenuti per il comparto immobiliare previsti dall'ultima bozza, datata 30 maggio, del decreto legge sulle infrastrutture che dovrebbe essere all'ordine del giorno del Consiglio dei ministri atteso venerdì 1 giugno.

All'articolo 12 la bozza alza dal 36 al 50% la detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione edilizia e a 96.000 euro il limite massimo di detrazione per ciascuna unità immobiliare, "al fine di favorire il settore delle costruzioni edili, attualmente in forte crisi, attraverso una maggiore richiesta di interventi di ristrutturazione".

L'articolo 13 proroga da fine 2012 al 31 dicembre 2013 la detrazione di imposta del 55% per le spese di riqualificazione energetica.

L'articolo 15 introduce una detrazione sulle compravendite di case "il cui prezzo pagato in sede di rogito notarile sia pari o inferiore a 200.000 euro. Il governo pensa a un meccanismo che permetta di poter detrarre in dieci rate annuali imposte di registro e Iva "calcolate su un importo fino a l00.000 euro".

"Si stima che con la presente proposta si possano rendere disponibili nel settore immobiliare circa 144 milioni di euro all'anno", spiega la relazione allegata alla bozza.

L'articolo 16 affida al ministero delle Infrastrutture il compito di mettere a punto "un piano nazionale per le città, dedicato alla riqualificazione di aree urbane con particolare riferimento a quelle degradate".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia