SINTESI-Italia sta centrando target, no nuove misure bilancio-Ue

mercoledì 30 maggio 2012 18:01
 

(Riscrive accorpando take su raccomandazioni Ue su Italia e dichiarazioni Rehn)

BRUXELLES, 30 maggio (Reuters) - L'Italia è sulla buona strada per raggiungere i propri obiettivi di bilancio e non necessita di nuove manovre, ma deve concentrarsi sulla crescita e sulla riforma del mercato del lavoro.

E' questa la sintesi del Commissario Ue per gli Affari economici e monetario Olli Rehn del giudizio presentato oggi dall'esecutivo europeo sul programma di stabilità e sul piano di riforma presentati dall'Italia.

Il governo guidato da Mario Monti ha tracciato un percorso credibile perchè il paese riporti il deficit/pil italiano al di sotto del 3% quest'anno e inizi a ridurre il quoziente del debito nel 2013, secondo la Commissione. Bruxelles sottolinea, inoltre, come Roma punti nel nuovo programma di stabilità a tagliare il traguardo del pareggio di bilancio strutturale l'anno prossimo, quindi con un anno di anticipo rispetto ai piani formalizzati dodici mesi fa, e che è sulla buona strada per rispettare i nuovi vincoli sul ritmo di riduzione del debito e sul contenimento della dinamica spesa pubblica.

"Non vediamo alcuna ragione per raccomandare all'Italia misure addizionali di consolidamento dei conti" ha detto oggi Rehn durante la conferenza stampa del primo pomeriggio per presentare le raccomandazioni. "L'Italia sta centrando i suoi obiettivi di bilancio".

Il giudizio della Commissione ha rincuorato il premier italiano. "Non si vive di sola economia, ma è importante essere percepiti come un Paese su una solida rotta di risanamento", ha detto Mario Monti oggi.

Le raccomandazioni pubblicate dall'esecutivo Ue saranno poi messe al vaglio politico nella riunione Ecofin del 22 giugno per arrivare alla stesura finale.

IMPLEMENTAZIONE RIGIDA E COMPLETA   Continua...