Crisi, imprese italiane continuano a investire in Grecia - Squinzi

martedì 29 maggio 2012 13:32
 

ROMA, 29 maggio (Reuters) - Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, ha detto di non conoscere un eventuale piano B dell'industria italiana per far fronte alla possibile uscita della Grecia dall'euro, ed ha aggiunto che come patron di Mapei continua a investire in Grecia.

Alla domanda se l'industria italiana stia portando avanti una riduzione di investimenti in Grecia, Squinzi ha risposto: "Non ne sono al corrente. Io come imprenditore sono presente in Grecia. Continuiamo a fare il necessario per mantenere la nostra presenza, anche produttivamente noi lo siamo".

Il presidente degli industriali, parlando a Bruxelless, ha aggiunto: "Non mi voglio neanche porre il problema che la Grecia possa uscira dall'euro. Sarebbe l'avvio della disintegrazione dell'Europa".

Anche l'amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, ha detto a Bruxelles che il gruppo elettrico sta investendo nelle energie rinnovabili in Grecia.

"Stiamo investendo ancora adesso. Le rinnovabili sono un mercato interessantissimo".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia