Mps, Intesa SP e UniCredit portano peso crisi debito - S&P

giovedì 24 maggio 2012 19:04
 

NEW YORK, 24 maggio (Reuters) - I prezzi dei bond e dei credit default swap di Banca Monte dei Paschi, Intesa Sanpaolo e UniCredit evidenziano che le tre banche italiane sono considerate dagli investitori come più rischiose rispetto a quanto non suggerirebbe il livello di rating.

E' quanto si legge in un report di Standard & Poor's, dal titolo 'Italian banks' credit spreads widen as eurozone debt crisis continues'.

Le tre banche, sottolinea il documento, hanno rating a livello investment grade, che, però, non vengono fotografati dal mercato obbligazionario.

I rendimenti dei bond degli istituti italiani, aggiunge l'agenzia, sembrano elevati rispetto alla categoria di rating, ma non sono inattesi alla luce degli outlook negativi e dei timori di un contagio della crisi greca.

S&P scrive di prevedere un aumento degli asset non-performing per le tre banche tra quest'anno e il 2013, conseguenza del peggioramento dell'economia italiana.

L'agenzia, inoltre, stima un incremento del costo di funding.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia