Draghi chiede a leader Ue "coraggioso salto" per salvare euro

giovedì 24 maggio 2012 15:42
 

ROMA, 24 maggio (Reuters) - Per salvare l'euro serve "un salto di immaginazione" della politica. I leader dei paesi membri della moneta unica devono esplicitare una volta per tutte la loro strategia di lungo periodo.

La sollecitazione viene dal presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, in occasione di un intervento all'Università di Roma e arriva mentre la zona euro prepara piani di emergenza per fronteggiare l'eventuale uscita della Grecia dall'euro.

"Siamo ormai giunti a un punto in cui il processo di integrazione europea per sopravvivere ha bisogno di un coraggioso salto di immaginazione politica. E' in questo senso che ho richiamato la necessità di un 'growth pact' accanto al ben noto 'fiscal compact'", ha detto Draghi nel corso di un evento in ricordo di Federico Caffè.

"Occorre che i governi dei paesi membri dell'euro definiscano in modo congiunto e irreversibile la loro visione di quale sarà la costruzione politica ed economica che sorregge la moneta unica e quali debbano essere le condizioni che vanno soddisfatte perchè si possa insieme arrivare a tale meta".

Draghi, che ha preso la guida della Bce lo scorso novembre, ha difeso la decisione "senza precedenti" di condurre due operazioni di rifinanziamento a tre anni che alla fine di febbraio hanno consentito un incremento netto dei prestiti concessi alle controparti di circa 520 miliardi di euro.

"Le due operazioni hanno adempiuto all'intendimento che le aveva motivate", ha detto Draghi.

"Le due operazioni di Ltro sono di dimensione e complessità tali che ci vorrà tempo prima che esse dispieghino appieno tutti i loro effetti positivi sull'economia dell'area dell'euro".

(Giselda Vagnoni)   Continua...